Indirizzo Tecnico e Professionale

Corsi

Area Tecnica

Area Professionale


SETTORE ECONOMICO

Amministrazione, Finanza e Marketing

Il diplomato in “Amministrazione, Finanza e Marketing” ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo) degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale.

L’indirizzo integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita nel contesto internazionale.

Il titolo di studio sarà: Diploma di Perito inAmministrazione, Finanza e Marketing.

(Rai Fuoriclasse)

Per affrontare al meglio questo percorso è necessario nutrire un certo interesse per le materie economiche, giuridiche e per l’informatica. Servono precisione, ordine, competenze linguistiche e comunicative, predisposizione allo studio ragionato.

Nello specifico, alla fine del percorso di studio, ogni studente deve essere in grado di:

  • rilevare le operazioni gestionali utilizzando metodi, strumenti, tecniche contabili ed extracontabili in linea con i principi nazionali ed internazionali;
  • redigere e interpretare i documenti amministrativi e finanziari aziendali;
  • gestire adempimenti di natura fiscale;
  • collaborare alle trattative contrattuali riferite alle diverse aree funzionali dell’azienda;
  • svolgere attività di marketing;
  • collaborare all’organizzazione, alla gestione e al controllo dei processi aziendali;
  • utilizzare tecnologie e software applicativi per la gestione integrata di amministrazione, finanza e marketing.

Gli studenti, con il conseguimento della maturità, devono essere in grado di:

  • riconoscere e interpretare le tendenze dei mercati locali, nazionali e globali; i macrofenomeni economici nazionali e internazionali per connetterli alla specificità di un’azienda; i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche storiche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culture diverse;
  • individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e fiscale con particolare riferimento alle attività aziendali;
  • interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e flussi informativi con riferimento alle differenti tipologie di imprese;
  • riconoscere i diversi modelli organizzativi aziendali, documentare le procedure e ricercare soluzioni efficaci rispetto a situazioni date;
  • individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione delle risorse umane;
  • gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l’ausilio di programmi di contabilità integrata;
  • applicare i principi e gli strumenti della programmazione e del controllo di gestione, analizzandone i risultati;
  • inquadrare l’attività di marketing nel ciclo di vita dell’azienda e realizzare applicazioni con riferimento a specifici contesti e diverse politiche di mercato;
  • orientarsi nel mercato dei prodotti assicurativo-finanziari, anche per collaborare nella ricerca di soluzioni economicamente vantaggiose;
  • utilizzare i sistemi informativi aziendali e gli strumenti di comunicazione integrata d’impresa, per realizzare attività comunicative con riferimento a differenti contesti;
  • analizzare e produrre i documenti relativi alla rendicontazione sociale e ambientale, alla luce dei criteri sulla responsabilità sociale d’impresa.

Quadro  orario Amministrazione, finanza e marketing

DISCIPLINE 1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
Classi
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia 2 2 2 2 2
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Seconda lingua comunitaria 3 3 3 3 3
Matematica 4 4 3 3 3
Scien. integr.(Sc.Terra Biol.) 2 2
Scienze integrate (Fisica) 2
Scienze integrate (Chimica) 2
Geografia 3 3
Informatica 2 2 2 2
Diritto 2 2 3 3 3
Economia politica 3 2 3
Economia aziendale 2 2 6 7 8
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o attiv. alternativa 1 1 1 1 1
TOTALI 32 32 32 32 32

Al termine di questo percorso il diplomato avrà accesso a tutti i percorsi universitari, potrà proseguire gli studi nei corsi IFTS, nei corsi di formazione professionale post diploma o iscriversi agli Istituti di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.
Potrà inserirsi direttamente nel mondo del lavoro e accedere ai percorsi di studio e di lavoro previsti per l’accesso agli albi delle professioni tecniche secondo  le norme vigenti in materia.
Sbocchi professionali:

  • partecipare ai concorsi pubblici
  • lavorare come impiegato di concetto presso aziende private (banche, assicurazioni, studi professionali nel settore finanziario-comerciale-amministrativo)
  • svolgere la libera professione

 


“TURISMO”

 

Piano di studi I Biennio II Biennio V anno
Materia d’insegnamento I cl. II cl. III cl. IV cl. V cl.
Religione cattolica o Attività alternativa 1 1 1 1 1
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia, cittadinanza e costituzione 2 2 2 2 2
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Matematica 4 4 3 3 3
Diritto ed economia 2 2
Scienze della terra e biologia 2 2
Scienze integrate (Fisica) 2
Scienze integrate (Chimica) 2
Geografia 3 3
Seconda lingua comunitaria 3 3 3 3 3
Informatica 2 2
Economia aziendale 2 2
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Terza lingua straniera 3 3 3
Discipline turistiche aziendali 4 4 4
Geografia turistica 2 2 2
Diritto e legislazione turistica 3 3 3
Arte e territorio 2 2 2
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32

 Il nuovo indirizzo TURISMO, oltre a rafforzare la tradizionale preparazione economico-aziendale, mira ad una riqualificazione culturalmente innovativa, delineando figure professionali volte alla completa gestione dell’Impresa turistica.

Chimica, Materiali e Biotecnologie

Il diplomato in Chimica, Materiali e Biotecnologie avrà competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realtà territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio e conciario. Inoltre avrà competenze nel settore della prevenzione e della gestione di situazioni a rischio ambientale e sanitario.

Il titolo di studio sarà: Diploma di Perito in Chimica, Materiali e Biotecnologie.

(Rai Fuoriclasse)

Per affrontare questo percorso è necessario possedere un forte interesse per le materie scientifiche e la ricerca in genere; è opportuno avere un buon senso di osservazione, precisione, spirito pratico e abilità manuale. È utile una certa destrezza nell’utilizzo di macchinari e strumentazioni e attitudine a utilizzare le nuove tecnologie.

Nello specifico, alla fine del percorso di studio, ogni studente deve essere in grado di:

  • collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi; ha competenze per l’analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;
  • integrare competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all’innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;
  • applicare i principi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • collaborare nella pianificazione, gestione e controllo delle strumentazioni di laboratorio di analisi e nello sviluppo del processo e del prodotto;
  • verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllare il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti;
  • essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate.

L’indirizzo è suddiviso nelle seguenti articolazioni: “Biotecnologie ambientali” e “Biotecnologie sanitarie”.

Nell’articolazione “Biotecnologie ambientali” vengono identificate, acquisite e approfondite le competenze relative al governo e controllo di progetti, processi e attività, nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro, e allo studio delle interazioni fra sistemi energetici e ambiente, specialmente riferite all’impatto ambientale degli impianti e alle relative emissioni inquinanti.

Nell’articolazione “Biotecnologie sanitarie” vengono identificate, acquisite e approfondite le competenze relative alle metodiche per la caratterizzazione dei sistemi biochimici, biologici microbiologici e anatomici e all’uso delle principali tecnologie sanitarie nel campo biomedicale, farmaceutico e alimentare, al fine di identificare i fattori di rischio e causali di patologie e applicare studi epidemiologici, contribuendo alla promozione della salute personale e collettiva.

Alla fine del percorso di studio, ogni studente diplomato nell’indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie deve raggiungere i seguenti risultati di apprendimento:

  • acquisire i dati ed esprimere quantitativamente e qualitativamente i risultati delle osservazioni di un fenomeno attraverso grandezze fondamentali e derivate;
  • individuare e gestire le informazioni per organizzare le attività sperimentali;
  • utilizzare i concetti, i principi e i modelli della chimica fisica per interpretare la struttura dei sistemi e le loro trasformazioni;
  • essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie, nel contesto culturale e sociale in cui sono applicate;
  • intervenire nella pianificazione di attività e controllo della qualità del lavoro nei processi chimici e biotecnologici;
  • elaborare progetti chimici e biotecnologici e gestire attività di laboratorio;
  • controllare progetti e attività, applicando le normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza.

Nell’articolazione “Biotecnologie ambientali” il Diplomato avrà maggiori competenze rispetto a:

  • controllo di progetti, processi  e attività nel rispetto delle normative sulla protezione ambientale e sulla sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro
  • interazioni tra sistemi energetici e ambiente

Nell’articolazione “Biotecnologie sanitarie” il Diplomato avrà maggiori competenze rispetto a:

  • sistemi biochimici, biologici, microbiologici e anatomici
  • utilizzo delle principali tecnologie sanitarie nel campo biomedicale, farmaceutico e alimentare
Quadro orario  Chimica e biotecnologie ambientali
DISCIPLINE 1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
Classi
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia 2 2 2 2 2
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Matematica 4 4 4 4 3
Diritto ed economia 2 2
Geografia 1
Scienze della Terra e Biol. 2 2
Fisica – Fisica ambientale 3 3 2 2 3
di cui Laboratorio 2 2
Chimica 3 3
di cui Laboratorio 2 2
Tecnol. e tecn. rappres. graf. 3 3
di cui Laboratorio 2 2
Tecnologie informatiche 3
di cui Laboratorio 2 2
Chimica analitica e strument. 4 4 4
Chimica org. e Biochimica 4 4 4
Biologia –  Microbiologia Tecnologia controllo ambien. 3 6 6 6
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o attiv. alternativa 1 1 1 1 1
TOTALI 33 32 32 32 32

 

Quadro orario Chimica e biotecnologie sanitarie
DISCIPLINE 1° BIENNIO 2° BIENNIO 5° ANNO
Classi
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Storia 2 2 2 2 2
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Matematica 4 4 4 4 3
Dir. ed econ.  Legislaz. sanit. 2 2 3
Geografia 1
Scienze della Terra e Biol. 2 2
Scienze integrate – Fisica 3 3
di cui Laboratorio 2 2
Scienze integrate – Chimica 3 3
di cui Laboratorio 2 2
Tecnol. e tecn. rappres. graf. 3 3
di cui Laboratorio 2 2
Tecnologie informatiche 3
di cui Laboratorio 2
Chimica analitica e strument. 3 3
Chimica org. e Biochimica 3 3 4
Biologia – Microbiologia Tecnologia controllo sanitario 3 4 4 4
Igiene Anat. Fisiol. Patologia 6 6 6
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione o attiv. alternativa 1 1 1 1 1
TOTALI 33 32 32 32 32

 

Al termine di questo percorso il diplomato avrà accesso a tutti i percorsi universitari, potrà proseguire gli studi nei corsi IFTS, nei corsi di formazione professionale post diploma o iscriversi agli Istituti di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.
Potrà inserirsi direttamente nel mondo del lavoro e accedere ai percorsi di studio e di lavoro previsti per l’accesso agli albi delle professioni tecniche secondo  le norme vigenti in materia.

Sbocchi professionali:

  • partecipare ai concorsi pubblici
  • lavorare come tecnico di laboratorio adibito ai controlli nei settori farmaceutico, chimico, merceologico, bromatologico, ecologico e dell’igiene ambientale, ecc.
  • svolgere mansioni di ricerca e di analisi nei reparti di sviluppo di produzione e di controllo-qualità nelle industrie di ogni ordine e grado e nei laboratori
  • svolgere la libera professione

 


Area Professionale

Fermo restando la tipicità degli istituti speciali per non vedenti, in considerazione che gli stessi vanno sempre a diminuire, si dispone che le iscrizioni siano estese anche ad alunni vedenti.

Con il D.D.G. n° 2478 del 11/05/2015 la Regione Siciliana ha decretato il corso con durata quinquennale a partire dall’anno scolastico 2015/2016: 

  • OPERATORE PROFESSIONALE – SERVIZI COMMERCIALI

Alla fine del percorso di studi conseguiranno il diploma di maturità.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato acquisisce i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

-individuare le tendenze dei mercati locali e nazionali;

-interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali;

-interagire nell’area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità;

-interagire nell’area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della custode satisfaction;

-interagire col sistema informativo aziendale anche attraverso l’uso di strumenti informatici e telematici.

Gli alunni comunque avranno anche la possibilità di effettuare alla fine del terzo anno gli esami per conseguire la qualifica di “Operatore Amministrativo Segretariale”.

Pertanto, annualmente all’interno della domanda prodotta nei termini fissati dalla normativa statale vigente, oltre all’iscrizione di cui sopra, deve essere dichiarata espressamente la volontà dell’alunno di effettuare al terzo anno l’esame di qualifica di “Operatore Amministrativo Segretariale”.

Il corso per OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE ha un ciclo triennale, alla conclusione del quale e previo esame di qualifica si consegue il titolo di “Operatore Amministrativo Segretariale”. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con decreto dell’11 luglio 2011 ha concesso l’equipollenza della qualifica di Operatore amministrativo segretariale a quello di Centralinista telefonico.

  • Operatore amministrativo segretariale

L’Operatore amministrativo-segretariale interviene, a livello esecutivo, nel percorso di amministrazione e gestione aziendale con autonomia e responsabilità limitate. Utilizza metodologie di base, strumenti e informazioni per svolgere attività di gestione, di elaborazione, di trattamento e di archiviazione. Opera nel settore amministrativo-contabile, con competenze nella programmazione ed organizzazione di eventi e riunioni di lavoro.

  • Competenze:

L’Operatore Amministrativo segretariale, al termine del terzo anno:

  • Pianifica ed organizza il proprio lavoro
  • Definisce e pianifica le attività da compiere sulla base delle istruzioni ricevute e/o della documentazione dai appoggio e del sistema di relazioni
  • Appronta strumenti, attrezzature e macchinari necessari alle diverse attività sulla base della tipologia di materiali da impiegare, delle indicazioni/procedure previste, del risultato atteso
  • Monitora il funzionamento di strumenti, attrezzature e macchinari, curando le attività di manutenzione ordinaria
  • Predispone e cura gli spazi di lavoro al fine di assicurare il rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali
  • Tratta i flussi informativi
  • Collabora alla gestione dei flussi informativi e comunicativi con le tecnologie e la strumentazione disponibile
  • Produce e archivia elaborati e comunicati
  • Redige comunicazioni anche in lingua straniera e documenti sulla base di modelli standard per contenuto e forma grafica
  • Tratta documenti amministrativo-contabili
  • Redige, registra e archivia documenti amministrativo-contabili
  • Programma e organizza eventi e riunioni di lavoro
  • Cura l’organizzazione di riunioni, eventi e viaggi di lavoro in coerenza con gli obiettivi e le necessità aziendali.

La conoscenza di due lingue gli conferisce una dimensione europea e lo agevola per l’aspetto relazionale comunicativo e per l’inserimento nel mondo del lavoro.

Piano di studi – PROFESSIONALE

Operatore amministrativo segretariale (Qualifica triennale)

Diploma di Tecnico dei Servizi Commerciali

Materie d’insegnamento I cl. II cl. III cl. IV cl V cl
Religione cattolica o Attività alternativa 1 1 1 1 1
Lingua e letteratura italiana 3 4 4 4 4
Storia, cittadinanza e costituzione 2 2 2 2 2
Lingua Inglese 3 3 3 3 3
Matematica 3 4 3 3 3
Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia) 2 2
Scienze integrate (Fisica) 2     –
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Diritto ed economia 2 2 2 4 4
Seconda lingua straniera – Francese 3 3 3 3 3
Tecniche professionali dei servizi commerciali Laboratorio di informatica gestionale in compresenza 3(2*) 3(2*) 4(2*) 8(2*) 8(2)*
Informatica e Laboratorio  2  2       
Esercitazioni di centralino 4 4 6
Tecniche di comunicazione 2 2 2
Geografia generale ed economica 1
Totale ore settimanali 33 32 32 32 32
  • * In parentesi sono indicate le ore di compresenza con la disciplina Informatica e laboratorio

Ø Sbocchi professionali OAS

A conclusione di un ciclo triennale i corsi conferiscono un diploma di qualifica che consente:

  • Accesso immediato al mondo del lavoro;
  • Iscrizione in apposito albo professionale;
  • Partecipazione a concorsi pubblici, con diritto a riserva di posto;
  • Collocamento obbligatorio, in base alla normativa regionale e statale.

Ø Sbocchi professionali SERVIZI COMMERCIALI

Il corso va confluire nel nuovo indirizzo di studio con durata quinquennale:

OPERATORE PROFESSIONALE – SERVIZI COMMERCIALI

Alla fine del percorso di studi si conseguirà il diploma di maturità.

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato acquisisce i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

-individuare le tendenze dei mercati locali e nazionali;

-interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali;

-interagire nell’area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità;

-interagire nell’area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della “custode satisfaction”;

-interagire col sistema informativo aziendale anche attraverso l’uso di strumenti informatici e telematici.