Guida alla realizzazione della tesina per l’esame di maturità

avatar DiAdministrator

Guida alla realizzazione della tesina per l’esame di maturità

Una volta costruita la mappa concettuale dovrebbe essere relativamente semplicemente realizzare la tesina: essa, infatti, non è altro che lo sviluppo su carta delle idee già strutturate all’interno della mappa.
La tesina non è obbligatoria ma è comunque il biglietto da visita con cui ci si presenta alla commissione d’esame. E’ pertanto consigliata, anche perché la metà dei professori proverranno da altri istituti e utilizzeranno l’elaborato come primo metro di giudizio dell’alunno.

Il trucco sta nell’individuare un concetto o una tematica chiara e ben definita, così da trovarne i collegamenti e le espressioni nelle diverse materie scolastiche. Non improvvisate dei riassuntini di tutto il contenuto del corso, ma piuttosto scegliete un argomento specifico che vi ha interessato e svolgetelo nei dettagli.

Il primo passo per la realizzazione della tesina è rappresentato dall’indice. Snella ed efficace scaletta del lavoro d’approfondimento, permette di non perdere il filo e di collegare tra loro le diverse tematiche.
E’ sulla base dei titoli dei diversi paragrafi indicati nell’indice che si svilupperanno gli argomenti correlati.

La tesina non deve essere necessariamente un elaborato cartaceo: potete ideare un prodotto multimediale, in cui ai contenuti esposti oralmente si accompagnerà la visione di un cortometraggio, o di un videoclip, o ancora l’ascolto o l’esecuzione di un brano musicale.
Si può pensare ad un progetto, specie se lo si realizza in gruppo.

di Bruna Martini – StudentVille.it




Numero Di Accessi Alla Pagina: (442)

Info sull'autore

avatar

Administrator editor